«

»

Giu 08

Iniziano gli esami. Cresce l’ansia?

Al via l’ansia per gli esami

 esami

Tra poco avranno inizio gli esami per milioni di giovani.

Si sa questo è un periodo della vita molto delicato che viene vissuto in modo differente dagli studenti in relazione alla forza caratteriale maturata.

Tuttavia, è molto comune sentir parlare di ansia. E’ normale tenuto conto che, soprattutto gli esami di maturità (e, perché no, quelli universitari) sono tappe fondamentali nella vita dello studente su cui si riversano molte aspettative.

i sintomi dell’ansia sono molteplici e riassumibili nel seguente elenco:

  • negatività (non ci sentiamo in grado di superare il test o la prova) accompagnato da vomito e nervosismo;
  • panico che si accompagna alla sensazione di avere un vuoto mentale.

Un’altra causa spesso sottovalutata è il ruolo dei genitori che contribuiscono con la loro apprensione ad accrescere lo stato d’ansia dei figli che aggiungono ai normali timori anche la paura di deludere le aspettative di mamma e di papà.

Al riguardo, sul The Guardian sono stati riportati alcuni consigli utili. In particolare:

  • occorre arrivare ben preparati all’esame;
  • la preparazione va strutturata gradualmente. E’ inutile fare delle corse nelle ultime giornate. Ciò non permette alla mente di registrare quanto si studia ed accresce l’ansia e la consapevolezza di rischiare di non superare l’esame;
  • occorre ripetere quanto studiato (magari a voce alta). Ciò ci aiuta ad accrescere l’autostima ed a meglio preparare la logicità del discorso;
  • può essere utile prendere carta e penna e provare a descrivere i le proprie paure. La scrittura espressiva permette di esorcizzare tali paure e di liberare la memoria permettendole di dedicarsi all’immagazzinamento delle informazioni studiate;
  • è necessario concentrarsi sulla prova da svolgere estraniandosi da quello che ci accade intorno senza, però, dimenticarsi di dedicare il giusto tempo al riposo. Il nostro cervello ha bisogno di ricaricare le batterie per rendere al meglio. un sovraccarico di lavoro può causare black out inattesi.
  • laddove l’ansia cresca, occorre fare un grosso respiro, guardare al lavoro svolto ripetendosi che siamo ben preparati ed in grado di far fronte alla prova.

Insomma, si deve rispondere a delle domande e non si è di fronte ad un plotone di esecuzione! Il mondo non finisce con la prova…il nostro cammino continua e  il nostro futuro è sempre più roseo…

 In bocca al lupo a tutti gli studenti!

Fonte

The Guardian

Iniziano gli esami. Cresce l’ansia?ultima modifica: 2015-06-08T11:11:54+02:00da giacinto3974fgy
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento